Valuta EUR

Informazione sulla città: Perugia

Le città / Regioni

Paese:Italia
Regione:Умбрия
Città:Perugia
Prefisso telefonico:+39 (075) XXXXXX
Listino prezziMerci / Servizi
Mostre Perugia
Corsi valutari


Albergo : Albergo Sangallo Palace

Albergo Sangallo Palace ****

Umbria
Perugia, Via Masi 9, 06121 Perugia
Costo della camera da 80.00 EUR

Posizione geografica
Con una forma vagamente paragonabile a un rombo, l’Umbria occupa il cuore dell’Italia centrale, in corrispondenza grossomodo del bacino superiore del fiume Tevere. Le aree più vitali della regione sono rappresentate dalle superfici pianeggianti corrispondenti al fondo delle conche e dei bacini intermontani, intercalati agli allineamenti montuosi, perlopiù disposti in senso meridiano.
La sezione montana è inferiore al 30% della superficie territoriale, mentre il restante 70% è occupato da colline. I rilievi dell’Appennino umbro-marchigiano, che si sviluppano tra Umbria e Marche, iniziano convenzionalmente alla Bocca Serriola (730 m) – ma secondo alcuni geografi alla Bocca Trabaria (1.044 m) – e presentano più dorsali, tra cui si interpongono alcune conche.
Prevalgono in genere rocce friabili di marne e arene e cime arrotondate che culminano sui 1.500 metri di quota; all’estremo sud-est questa sezione appenninica termina con il massiccio calcareo dei monti Sibillini, dall’aspetto alpestre e dirupato, che raggiungono con il monte Vettore i 2.478 m. Data la natura calcarea delle rocce, numerosi sono i fenomeni carsici, come le doline, gli inghiottitoi, le caverne e soprattutto le sorgenti, alimentate da una copiosa circolazione di acque sotterranee. Al limite occidentale della regione si innalzano invece alcuni rilievi, di altezza più modesta, che vengono considerati l’estrema prosecuzione dell’Antiappennino toscano e laziale.
Il paesaggio, formato per il resto da distese collinari, presenta nel suo insieme grande omogeneità.
Il disegno geografico della regione ha i suoi elementi principali, come già ricordato, nei bacini intermontani, che fungono da corridoi e da aree di insediamento; il principale di questi bacini è la valle del Tevere, o Val Tiberina, piuttosto angusta nel suo tratto settentrionale, cioè sino alla conca in cui è situata la città di Perugia, poi man mano relativamente più ampia, fino a toccare i 5 km di larghezza. Un’altra conca, che per la sua superficie può essere assimilata a una pianura, è la Valle Umbra, il cui centro principale è Spoleto, in provincia di Perugia.
L’Umbria è ricca di corsi d’acqua; tuttavia non esiste una vera relazione tra la rete idrografica e l’andamento del rilievo. Nessuna delle numerose depressioni che si interpongono tra le dorsali montuose è percorsa in tutta la sua lunghezza da un unico corso d’acqua;
in alcuni punti inoltre i solchi fluviali tagliano trasversalmente le dorsali con strette incisioni, determinando così una rete idrografica assai irregolare. La regione è interamente attraversata da nord a sud, per circa 200 km, dal Tevere, che nasce in Emilia-Romagna, sul monte Fumaiolo, e continua poi il suo corso nel Lazio; a questo fiume, il maggiore dell’Italia peninsulare e il terzo fiume italiano per lunghezza, tributano, dopo un percorso più o meno tortuoso, pressoché tutti i corsi d’acqua.



Informazione sulla città : Perugia
Confronta0
ClearIl numero delle posizioni scelte/selezionate: 0