Valuta EUR

Informazione sulla città: Novi di Modena

Le città / Regioni

Paese:Italia
Regione:Эмилия-Романья
Città:Novi di Modena
Listino prezziMerci / Servizi
Mostre Novi di Modena
Corsi valutari



Posizione geografica
Paragonabile a un vasto triangolo compreso tra Appennini, Po e mare Adriatico, l’Emilia-Romagna ha una struttura morfologica piuttosto semplice. Tratto caratteristico della morfologia regionale è il trapasso da una zona altimetrica all’altra, che raramente assume aspri contrasti: il paesaggio ha quasi ovunque forme morbide e dolci. Il 48% del territorio è occupato da una vasta sezione della Pianura Padana; la restante superficie comprende, in parti quasi eguali, una fascia montuosa e una collinare.
All’estremità occidentale la regione include un breve settore dell’Appennino ligure, incuneato, con alcuni massicci che superano i 1.700 metri di quota (monti Lesima, Penna, Maggiorasca), tra Lombardia, Piemonte e Liguria; esso termina per convenzione al passo della Cisa (1.041 m), attivissima via di comunicazione percorsa dalla strada e dall’autostrada Parma-La Spezia. Appartiene invece alla regione quasi tutto il versante settentrionale dell’Appennino tosco-emiliano. Questa sezione appenninica non presenta una linea continua di crinale, ma è costituita da tronconi di varie catene, ciascuna delle quali per breve tratto forma lo spartiacque tra i fiumi che scendono all’Adriatico e quelli che sfociano nel mar Tirreno, separate da valli poco profonde, secondo la cosiddetta disposizione “a quinte”. Ha cime non aspre e che solo in alcuni casi superano i 2.000 metri; la massima elevazione è rappresentata dal monte Cimone (2.165 m).
Sono caratteristiche di questo tratto dell’Appennino le molte dorsali che si diramano dalla principale linea di cresta, determinando una tipica morfologia a pettine; alle dorsali montuose fa seguito una fascia di modeste alture collinari (Subappennino).
Le forme del rilievo sono determinate soprattutto dalla natura delle rocce, che alternano formazioni tenere e quindi facilmente soggette all’erosione ad altre molto compatte e resistenti; vi è comunque una diffusa presenza di terreni argillosi friabili, che costituiscono il fattore determinante la morbidezza delle forme, ma che sono facile preda dell’attività erosiva, soprattutto da parte delle acque di scorrimento. Si formano in questo modo i cosiddetti calanchi, piccoli solchi fittamente e minutamente ramificati e soggetti a erosione accelerata.
Frequenti sono perciò le frane, sia nell’Appennino sia nel Subappennino. I valichi transappenninici annoverano, oltre al citato passo della Cisa, tra Emilia, Toscana e Liguria, quelli non meno importanti che raccordano la regione con la Toscana, tra cui i passi della Porretta (932 m), percorso appunto dalla Porrettana, cioè la rotabile Bologna-Pistoia, quello dell’Abetone (1.388 m) e quello della Futa (903 m), percorso dalla statale Bologna-Firenze.



Informazione sulla città : Novi di Modena
Confronta0
ClearIl numero delle posizioni scelte/selezionate: 0